GROTTAMMARE – Prosegue con senza esitazioni la 22a stagione culturale dell’Associazione “Blow Up” di Grottammare, intitolata “La bellezza (condivisa) salverà il mondo”.

Giovedì 20 ottobre, presso la Sala Consiliare di Grottammare, alle ore 21.15 si svolgerà la Lectio Magistralis di Roberto Cresti (Docente UNIMC e UNIBO, curatore e traduttore delle opere di John Keats) dedicata al tema John Keats e Giacomo Leopardi tra poesia e pittura romantica di un paesaggio.

Roberto Cresti, dopo una lunga esperienza di insegnamento nelle Accademie di Belle Arti, è attualmente Docente di Storia dell’arte contemporanea e di Storia delle arti del Novecento presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Macerata e dell’Università di Bologna. Ha pubblicato saggi su artisti, critici e movimenti artistici del XIX e del XX secolo, tra i quali Arnold Bocklin, Telemaco Signorini, Diego Martelli, Giovanni Zuccarini, Gualtiero Baynes, Ardengo Soffici, Wassily Kandinsky e il “Cavaliere Azzurro”, Ivo Pannaggi, Anselmo Bucci, Diego De Minicis, Arnoldo Ciarrocchi, Mario Giacomelli, Alberto Burri, Joseph Beuys, la transavanguardia. Ha anche dedicato scritti a Claudio Olivieri, Nino Ricci, Nicola Nannini, Walter Angelici, Francesco Roviello e a giovani pittori e scultori. I titoli più recenti sono La trasparenza dei baffi. Marcel Duchamp e la Gioconda, Lo spettro della macchina. Due saggi sul futurismo, L’ombra di Tagete –Francesco Roviello (opere 1977 – 2009). Ha curato e tradotto, inoltre, le opere di John Keats per Garzanti e Pendragon. In questa Lectio Magistralis accompagnerà il pubblico, attraverso immagini e parole, in un sublime e romantico viaggio tra poesia, arte, e filosofia.

L’ingresso è gratuito con tessera-abbonamento alla Federazione Italiana Cineforum 2016-2017, rilasciata dall’Assocazione Blow Up al costo di 10 euro e che può essere sottoscritta velocemente all’ingresso. La tessera F.I.C. consentirà di partecipare liberamente a tutte le iniziative del ricco calendario della stagione.  

Si ricorda che la serata si svolgerà presso la Sala Consiliare del Comune di Grottammare anziché presso la Biblioteca Comunale.

La Biblioteca non è infatti accessibile fino a quando i suoi locali continueranno ad essere utilizzati dalla scuola primaria di Grottammare che per motivi di sicurezza dopo il recente terremoto ha dovuto trasferirvi alcune classi.

(Letto 150 volte, 1 oggi)