GROTTAMMARE – Si preannuncia come un evento straordinario l’appuntamento di giovedì 10 novembre con la 22a stagione culturale dell’Associazione “Blow Up” di Grottammare, intitolata “La bellezza (condivisa) salverà il mondo”.

Alle ore 21.15 presso la Sala Kursaal di Grottammare, infatti, verrà proiettata la prima opera rock italiana (Teatro Sistina 223 gennaio 1970) e la prima al mondo ad essere rappresentata in un teatro, “Orfeo 9” di Tito Schipa Jr., che riprende il mito di Orfeo trasponendolo nella modernità. Un gruppo di ragazzi vive in pace all’interno di una chiesa sconsacrata e a distanza dalla grande città. Orfeo è però come murato nella solitudine finché un giorno Euridice vi fa breccia e i due si innamorano. Un personaggio ambiguo si insinua però nella loro relazione separandoli. Orfeo si muoverà allora alla sua ricerca e, al contempo, compirà un viaggio nella profondità del suo essere.

Con Orfeo 9 Tito Schipa Jr. ha conseguito molti record. Interpretandola e dirigendola ne ha accompagnato il successo straordinario. Musicalmente si tratta dell’unico doppio disco italiano che non è mai uscito in trent’anni dal catalogo e che è stato classificato tra i 100 eventi da non perdere del rock made in Italy. Sul piano cinematografico è un film fantasma, visto da pochissime persone sia al cinema che in televisione e dunque sarà un’occasione più unica che rara per gli appassionati anche perché l’autore sarà presente in sala, introdotto da Giovanni Turco, per presentare il film (recentemente restaurato e disponibile su DVD con contenuti speciali) e interagire col pubblico dopo la proiezione.

L’ingresso è gratuito con tessera-abbonamento alla Federazione Italiana Cineforum 2016-2017, rilasciata dall’Assocazione Blow Up al costo di 10 euro e che può essere sottoscritta velocemente all’ingresso. La tessera F.I.C. consentirà di partecipare liberamente a tutte le iniziative del ricco calendario della rassegna.

(Letto 99 volte, 1 oggi)
(Letto 99 volte, 1 oggi)