Un patrimonio che rappresenta il vero valore aggiunto dell’offerta turistica italiana, che sarà possibile scoprire e assaggiare tutti i giorni in piazza del Popolo, dalle 18 in poi.

Quest’anno l’offerta è variegata, il sud è rappresentato da Monterosso Almo (Sicilia), Nusco (Campania), Locorotondo (Puglia); consistente la componenete del centro Italia con la presenza di Tagliacozzo, Castel del Monte, Civitella del Tronto (Abruzzo), Castiglione del Lago (Umbria), ma anche i borghi marchigiani Grottammare e Matelica. Per il nord sarà presente Rango (Trentino Alto Adige) e i borghi del Friuli. Guest star straniera, l’Ucraina.

La kermesse darà spazio anche ad eventi collaterali, convegni e laboratori di approfondimento. Domenica 14 luglio, alle 18, l’incontro “Mani sapienti al lavoro: i tesori dell’artigianato artistico. I casi del merletto di Offida e del rame di Force”, mentre venerdì 19 luglio, alle 16, la tavola rotonda su “Le cucine dei borghi: le grandi eccellenze della piccola Italia, per un turismo di qualità”. Entrambi si terranno al teatro Serpente Aureo. L’enoteca regionale ospiterà invece alcuni laboratori del gusto con inizio alle 18. Si partirà lunedì 15 luglio con “Le olive ascolane del Piceno dop”, seguirà “Il tartufo dei Sibillini”, mercoledì 17 luglio. Spazio anche alle specialità offidane, giovedì 18 luglio si potrà assistere alla preparazione del chiciripieno e dei funghetti; gran finale sabato 20 luglio con la deliziosa frutta della Valdaso.

 

(Letto 83 volte, 1 oggi)