Questo evento segna la fine dell’estate per l’emisfero Nord, l’inizio della primavera nell’emisfero Sud e, con l’aumento dell’attività solare, l’avvio delle spettacolari aurore polari. “Equinozio” è una parola che deriva dalla lingua latina: significa “notte uguale” al giorno. Gli equinozi di marzo e settembre sono i due giorni dell’anno nei quali le ore di luce e di oscurità sono “eguali” nel corso delle 24 ore il Sole sorge quasi esattamente ad est e tramonta quasi esattamente ad ovest. Nel 25° giorno del mese celtico di Edrini, il Sole attraversa l’equatore celeste, questo era un appuntamento molto importante nel calendario celtico, nota come “Alban Elued”, la festa della Luce dell’Acqua. Alban Elued, inoltre, rappresentava sia per i Celti sia per gli Italici la fine del raccolto. Dava inizio alla ricerca di frutta e uva per produrre vino, arrivati  2.200 mt presso il rifugio Zilioli brinderemo così anche al compleanno di Bilbo e Frodo Baggins, due dei protagonisti del famoso romanzo “Il Signore degli Anelli” di J.R.R. Tolkien. DURATA: 4/5 ore
DIFFICOLTA’: E
DISLIVELLO: 700 m
ABBIGLIAMENTO: completo da trekking e scarpe da trekking, occhiali da sole, cappello, Giacca impermeabile/antivento o K-Way.
NELLO ZAINO: acqua, snack e pasto al sacco, protezione solare, macchina fotografica.

(Letto 80 volte, 1 oggi)