Dal 1 all’8 dicembre

Un festival di otto giorni interamente dedicato al tartufo nero pregiato. Con cene a tema eventi musicali e culturali, mostra permanente di tipicità locali, show cooking, convegni “Truffle & Co, il Nero che accende e altri sette Comuni del Piceo. Iniziativa ideata e concretizzata nelle Marche, grazie alla Cooperativa Consortile Elabora, presieduta da Patrizia Di Luigi, che coordina un progetto finanziato dal Gal Piceno e sostenuto dalle Comunità Montane del Tronto e dei Sibillini. Concetto semplice e al tempo stesso innovativo: a Roccafluvione verà allestita una tensostruttura da mille metri quadrati: qui si svolgeranno degustazioni, mostra delle eccellenze enogastronomiche, spettacoli, cene a tema (oltre al tartufo nero, valorizzati anche altri prodotti tipici, dalle mele rosa al miele dai formaggi ai vini). E non mancano le chicche. Protagonista del concerto inaugurale sarà Silvia Mezzanotte: a Comunanza, domenica 1° dicembre (ore 21.30), metterà in scena il recital “Regine”. Il titolo evoca il fascino della Sibilla, che da sempre contraddistingue tradizione e storia di questo angolo marchigiano. Seguiranno giornate intense: il tartufo nero pregiato sarà in vetrina in vari momenti. Ad Ascoli Piceno, martedì 3 dicembre si svolgerà un incontro B2B di stampo economico-commerciale tra operatori di strutture ricettive e tour operator nazionali e internazionali. Grazie al tartufo nero, infatti il Piceno ha le carte in regola per trovare nuova linfa economica e occupazionale. Dopo una settimana un crescendo, ecco il clou per domenica 8 dicembre, sempre al PalaTruffle a Roccafluvione: qui sarà assegnato il primo premio “Tartufo Nero Pregiato” a Beppe Bigazzi; a seguire si svolgerà l’asta del tartufo nero pregiato (acquirenti collegati via web da tutta Europa) con un banditore d’eccezione, il giornalista del TG5 Gioacchino Bonsignore. Attese diecimila presenze. Ogni fase del festival sarà seguita anche da giornalisti delle testate nazionali e internazionali, blogger e fotoreporter, accreditati da tempo. E non poteva che non essere l’ascolano a ospitare “Truffle & Co il Nero che accende la passione”. Nel territorio collinare e pedemontano da Ripatransone a Montegallo, fin dagli anni Cinquanta si è svilluppato un florido mercato legato alla tartificoltura. Dal primo rivenditore locale fino al boom degli anni Ottanta: un miracolo di provincia. Oggi il comparto presenta numeri importanti: nell’Ascolano le tartufaie si estendono per più di 800 ettari (oltre alle tartufaie naturali); mille persone sono state autorizzate, con tanto di tesserino rilasciato dalla Provincia e dalle Comunità Montane, a cercare tartufi. I mercati? Italia, am anche Inghilterra, Svizzera, Austria, Stati Uniti, Russia e Giappone. Dal Piceno il tartufo spicca il volo oltreoceano. Come si presenta l’annata 2013-2014 per il nero pregiato? Buona, tagliano corto i produttori. Ciò significa che il prezzo oscillerà tra 400 e 600 euro al chilo. L’apertura ufficiale della stagione avverrà proprio domenica 1° dicembre, con il taglio del nastro del festival Truffle & Co”.
Parallelamente alla rassegna, qualificati tour operator visiteranno nove comuni piceni: Acquasanta Terme, Arquata del Tronto, Comunanza, Force, Montegallo, Montemonaco, Palmiano, Roccafluvione, Venarotta. Alla scoperta delle bellezze storico-architettoniche, paesaggistiche, produttive e culturali della provincia. Perchè sempre più spesso le eccellenze enogastronomiche vanno a braccetto con il turismo.

(Letto 49 volte, 1 oggi)