Ugo e Lucilla, i protagonisti del lavoro di Buonaspeme, vivono a Semper, una città ideale: per caratteristiche ed immagini, oltre che per la toponomastica, i luoghi ricordano in pieno la cittadina d’origine dell’autore, tratteggiata come sospesa nel tempo a metà tra ricordo e realtà. A raccontare la storia uno scrittore in crisi, giunto dopo un lungo viaggio nella città per recuperare l’ispirazione.

È proprio in quest’ambiente incontra le due figure principali. Lei una giovane donna, poco più che una ragazzina; lui, figlio di un pescatore dedito molto più al diletto e all’alcool che alla vita. Tra i protagonisti nasce un profondo sentimento, che li catapulta in un vortice di emozioni e sensazioni. L’amore è subito contrastato dalla madre di Lucilla, e repentinamente, quasi per un perverso sortilegio, precipita in tragedia. Il sentimento erotico che pare assoluto protagonista, lascia il posto al dolore,  che viene sviscerato in tutta la sua tragicità,  passando anche attraverso  credenze popolari ed esperienze mistiche. Sarà solo dopo un cammino così travagliato e doloroso, che si vivrà una rinascita e riprenderanno vigore i sentimenti  eterni.

Moderatrice della serata è Samuela Palatini. La serata, ad ingresso gratuito, è organizzata dal Comune di Martinsicuro in collaborazione con l’associazione culturale Martinbook.

(Letto 205 volte, 1 oggi)