Leo Pardi e Carlo Sperduti si conoscono nel 2012 incrociando gli sguardi attraverso due fondi di bottiglia.

Da allora s’incontrano sporadicamente e somministrano esibizioni semi improvvisate a piccoli pubblici che ne avrebbero volentieri fatto a meno. Incoraggiati da tali riscontri decidono di dar vita a un progetto stabile suggellando l’accordo con qualcosa che attualmente non ricordano e affibbiandogli il nome più banale del monte. Nasce così LEOPARDI SPERDUTI, un reading musicale in cui i testi di Carlo Sperduti si confondono opportunamente tra le note di Leo Pardi che si confondo opportunamente tra i testi di Carlo Sperduti che si confondono opportunamente tra le note di Leo Pardi.

La cena prevede un menu spagnolo originale di sei portate a 15 €: Gazpacho andaluso, Tortillas de patatas, Pincho moruno, Paella valenciana, Pollo catalàn, Crema catalana.

In consolle salirà Roberto Conti, e il report audio/video è affidato a Luigi Prosperi Roccia per Open Web TV.

Ingresso gratuito.

(Letto 206 volte, 1 oggi)