La quinta edizione di Vernacolando sulla Spiaggia si chiude lunedì 1 settembre allo chalet Stella Marina (concessione 11) con l’atteso gran finale.

La fortunata serie di spettacoli, scenette teatrali e poesie in vernacolo sambenedettese, patrocinata dal comune in collaborazione con Itb Italia (Associazione imprenditori turistici balneari) presieduta da Giuseppe Ricci, è il palcoscenico ideale per i bravissimi attori dell’associazione teatrale Ribalta Picena. Nei sette appuntamenti precedenti, tra luglio e agosto, hanno già dato sfoggio della loro passione e stanno preparando grandi sorprese per l’esibizione conclusiva.

La manifestazione di quest’anno è stata dedicata al grande poeta dialettale sambenedettese Giovanni Quondamatteo, recentemente scomparso. Fu autentico mattatore delle edizioni passate, grazie alle sue struggenti poesie e ai suoi divertenti aneddoti, un mix di leggenda e storie di vita vissuta. Grande spazio anche ai rappresentanti più autorevoli della letteratura in vernacolo come Bice Piacentini, ricordando personaggi ed eventi storici della città, oltre a curiosità e analisi dei vari termini dialettali più ricorrenti.

Il direttore dell’Itb Italia Stefano Giammarini ha dichiarato che è fondamentale mantenere vive le tradizioni e gli insegnamenti che la nostra storia ci offre e il dialetto è la chiave per farlo. Una riscoperta del dialetto che quest’anno continua grazie a tutti coloro che partecipano e anche ai turisti, ai quali verrà spiegata l’origine e la ricetta del brodetto, sintesi perfetta dell’essere sambenedettese. I successi delle scorse 4 edizioni sono la prova che anche sulla spiaggia si può fare del sano intrattenimento, fornendo anche pillole di cultura popolare e del mondo marinaro. Si comincia alle ore 21.15 con Giancarlo Brandimarti che sarà come ogni anno il presentatore delle varie serate, con la regia di Alfredo Amabili e l’organizzazione artistica curata da Lorenzo Nico.

(Letto 186 volte, 1 oggi)