In occasione dell’inaugurazione della Stagione Concertistica della Filarmonica Ascolana i Cuochi Pasticcioni organizzano un aperitivo con il vino dell’Azienda Agricola Gabriele Vitali di Montelparo e stuzzichini proposti da Fontegranne e Oleificio Silvestri Rosina. Poi mozzarelline Sabelli, olive farcite, Caffè Lorenz e il pane di Daniele Ciabattoni.

Alle 21 seguirà il concerto che vedrà protagonista il pianista Davide Martelli.
Nato a San Benedetto del Tronto, il venticinquenne Davide Martelli è uno tra i giovani musicisti marchigiani più interessanti, con una solida formazione accademica e un percorso artistico intrapreso che non trascura alcun aspetto dell’attività musicale, affiancando al concertismo la composizione, l’attività didattica e quella organizzativa, esperienze che ne fanno un musicista moderno nel senso più fecondo del termine.
Il programma proposto da Martelli è particolarmente interessante, comprendente brani di Brahms e Scriabin scritti in un ventennio compreso tra ‘800 e ‘900 che rappresentano il segno più evidente di un cambiamento profondo nei gusti musicali avvenuto in quell’epoca.
Inoltre la seconda parte, comprendente anche musiche di Chopin, ha al centro il tema della notte e del notturno che sfocia nello sfavillio del Vers la Flamme di Scriabin.

Programma:
J. Brahms
6 Klavierstucke op. 118
F. Chopin
Notturno in do diesis min. op. 27 n.
Notturno in do diesis min. op. postuma
A. Scriabin
Preludio e Notturno op. 9 per mano sinistra sola
Poème-Nocturne op. 61
Vers la flamme op. 72

(Letto 447 volte, 1 oggi)