PORTO SAN GIORGIO – Korpus Polski scritto e interpretato da Andrea Caimmi è in scena venerdì 27 febbraio (inizio ore 21.15) al Comunale, per la rassegna “Teatro a km zero” del cartellone promosso da Comune e l’AMAT con il contributo di MiBACT e Regione Marche.

Dalle deportazioni sovietiche all’addestramento nel deserto fino alle battaglie di Montecassino, Ancona e Bologna si snoda il racconto emozionante del secondo corpo d’armata polacco – che contribuì a liberare la nostra regione – attraverso Polonia, Russia, Siberia, Uzbekistan, Iran, Iraq, Siria, Palestina, Egitto, Italia.

«Questa storia – scrive Caimmi nella presentazione – è entrata prepotentemente nella mia vita. Ho cominciato a chiedermi con insistenza come mai una storia che parla essenzialmente di una sconfitta, a me sembrasse una storia di vittoria. La risposta che mi sono dato è che l’atteggiamento che assumi nelle difficoltà fa la differenza, rialzarsi dopo ogni caduta è in sé vittoria, mantenere unità di intenti con i tuoi simili è un valore. Che alla fine, se agisci con coraggio, trasmetterai questa forza a te e a chi viene dopo di te, ed è ciò che più conta. Nel momento storico attuale dove tutto sembra vacillare, soprattutto noi stessi, credo che abbiamo bisogno di storie come questa, per riflettere profondamente. E ripartire. Quel giorno del ’45, la “piccola” storia, quella della mia famiglia, e la “grande” storia, il secondo conflitto mondiale e la Guerra di Liberazione, si incontrarono nella cucina di mia nonna, che attonita esclamò: “Séte Polacchi? E come ce séte ‘rrivati fin’a qua?”»

La consulenza artistica e i costumi dello spettacolo sono di Giovanna Ferrara, le musiche composte e eseguite dal vivo da Adriano Taborro e Andrea Del Signore. Korpus Polski è stato spettacolo vincitore nel 2013 del Premio Franco Enriquez per un teatro di impegno civile e sociale.

 

(Letto 73 volte, 1 oggi)