SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Mercoledì 4 marzo alle ore 10.30, presso il teatro Concordia di San Benedetto, va in scena “De–genere” per mantenere viva l’attenzione su una terribile piaga del nostro tempo.

La Commissione regionale delle Marche per le Pari Opportunità propone questo spettacolo teatrale, ideato e diretto da Gianluca Barbadori, per la produzione del gruppo teatrale interculturale “Teatropolis” che raggruppa circa 30 persone di 14 diversi paesi.

Il tema della rappresentazione, cui assisteranno anche delle rappresentative di scolaresche, è la violenza contro le donne. Il gruppo teatrale ha raccolto materiali legati a esperienze personali dirette e/o indirette, intervistato persone, raccolto articoli, visto video, parlato con operatori e con vittime di violenza. Elisa Pesco, regista, pedagoga e autrice, ha drammatizzato per il teatro questo materiale e ha integrato i testi con elementi che evidenziano il punto di vista sociale maschile sulla figura della donna in ambito sociale e familiare.

Ne emerge uno spettacolo quasi paradossale, uno scenario comico, surreale e drammatico allo stesso tempo. Uno spettacolo che descrive fortemente la figura della donna nella dimensione sociale italiana (e non solo).

L’obiettivo dello spettacolo è quello di coinvolgere il pubblico, in particolare quello adolescente, facendo diventare il teatro un profondo momento di riflessione collettiva. Al termine dello spettacolo è previsto un dibattito con il pubblico, sulla tematica trattata.

Interverranno: la presidente della Commissione Regionale per le pari opportunità Adriana Celestini e alcuni membri della Commissione

Dichiara la consigliera comunale delegata per le pari opportunità Palma Del Zompo: “sono convinta che questi fenomeni, ormai di dimensioni preoccupanti in Italia, siano in primo luogo frutto di un mancato riconoscimento della diversità e delle identità altrui. La persona violenta è in primo luogo una persona che non capisce o che ha paura di conoscere l’altro. Per questo ritengo essenziale che il vissuto di donne che hanno subito violenze sia portato a conoscenza dei più giovani attraverso uno strumento emotivamente accattivante come il teatro”.

Info: 346 5006099 – ufficioitalia@pontetraculture.com

(Letto 149 volte, 1 oggi)