SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo una breve parentesi nel dicembre dello scorso anno, il “Magazeno”, locale di riferimento dall’omonima associazione culturale, riapre i battenti nella nuova sede di via Manara, all’interno del centro commerciale Smeraldo, con una programmazione primaverile già ricca di concerti, mostre e appuntamenti dedicati al cinema. Fiore all’occhiello delle prossime attività di questo centro delle arti sarà un festival della musica che mira al dialogo tra le culture dei paesi che si affacciano sul Mediterraneo.


“L’ubicazione del “Magazeno” 2.0”, ha dichiarato Maurizio Massetti, gestore del locale, “rispecchia la scelta di voler rimanere al di fuori dei quartieri della movida sambenedettese e lontano dai centri abitati, in modo da poter continuare a fare musica nel pieno rispetto di tutti.” 
Lo scopo primario di questo circolo culturale è sempre stato quello di utilizzare la musica e l’arte, in tutte le sue declinazioni, come strumento capace di coinvolgere e di mettere insieme le persone. “Proprio per questa ragione”, ha spiegato Massetti, “lo slogan che affiancherà il nuovo corso del Magazeno sarà Music Aggregator (aggregatore musicale).” L’associazione noprofit che gestisce il locale, inoltre, offrirà gratuitamente, ventiquattro ore su ventiquattro, i propri spazi e i propri strumenti a tutte le band, attori o registi che ne faranno richiesta.

La proposta del “Magazeno”, ha infine concluso Massetti, si arricchirà quest’anno di un’importante appuntamento, il festival “Chi tene o mare, Segnali dal Mediterraneo”, in omaggio alla figura di Pino Daniele. Questa rassegna musicale, organizzata in collaborazione con il comune di San Benedetto, si svolgerà indicativamente dal 27 marzo al 2 maggio e ospiterà artisti di alto profilo rappresentati delle tradizioni di diverse zone del Mediterraneo, a testimonianza del fatto che l’arte è in grado di accomunare non solo persone ma anche interi popoli.

(Letto 117 volte, 1 oggi)