SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Fondazione Libero Bizzarri e L’Associazione Omphalos “autismo e famiglie” in collaborazione con la libreria La Bibliofila di San Benedetto del Tronto, il  Lions Club San Benedetto del Tronto Host e la COOSS Marche vi invitano sabato 14 marzo alle ore 16.30 presso l’Auditorium Comunale di San Benedetto del Tronto alla presentazione del libro “Il bambino che parlava con la luce” di Maurizio Arduino .

Maurizio Arduino è psicologo e psicoterapeuta, responsabile del Centro Autismo e Sindrome di Asperger (C.A.S.A.) di Mondoví
Converseranno con l’ autore la Prof.ssa Gioia Di Cristofaro, ordinaria di Antropologia Culturale presso la Facoltà di Sociologia dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Prof.ssa Maria Pia Silla, presidente Fondazione Libero Bizzarri ed il Dottor Raimondo Belleggia coordinatore del CSER L’Arcobaleno e del Centro Diurno Biancazzurro di San Benedetto del Tronto.

A seguire proiezione del documentario “Quello che non so” (Ita, 2015, 20′)

“Spesso si parla di Autismo al singolare, in realtà, per indicare l’eterogeneità di questi quadri clinici, sarebbe più corretto usare l’espressione al plurale di Autismi.

Immaginate l’Autismo come un raggio di luce che attraversa un prisma ottico provocando sfumature e colori diversi che vedono agli estremi soggetti che non parlano, capiscono poco il linguaggio con un importante ritardo intellettivo e soggetti che invece parlano perfettamente e possono imparare a leggere a scrivere a quattro anni.

Di  “Autismi” racconta il libro “Il bambino che parlava con la luce” edito da Einaudi del dottor Maurizio Arduino, psicologo e psicoterapeuta, responsabile del Centro Autismo e Sindrome di Asperger (C.A.S.A.) di Mondoví in provincia di Cuneo.
Il libro verrà presentato anche  venerdì 13 marzo 2015 (ore 20:30 Sala del Consiglio Provinciale “W. Pierangeli” Via Gramsci 4) a Pesaro econverseranno con l’autore, il Prof. Lucio Cottini, Professore ordinario di “Didattica e Pedagogia speciale” presso la facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Udine e la Dott.ssa Vera Stoppioni, Direttore Neuropschiatria Infantile Ospedali Riuniti Marche Nord e responsabile Centro Autismo Regionale per l’Età Evolutiva

Il bambino che parlava con la luce, La bambina delle corde, Correndo sul campo di battaglia, Un mondo di numeri: sono i titoli delle quattro storie contenute nel libro, un universo misterioso e ricco di sfumature qual è l’autismo raccontato, per la prima volta, da un terapeuta che lo indaga ogni giorno.
Un viaggio unico e commovente nelle vite di quattro pazienti autistici profondamente diversi fra loro, seguiti dall’infanzia all’età adulta.
I drammi e le fatiche quotidiane delle loro famiglie visti dalla prospettiva di chi, tra dubbi, fallimenti e piccoli grandi successi, cerca di aiutarli.

(Letto 268 volte, 1 oggi)