SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’impresario delle Smirne di Carlo Goldoni con Valentina Sperlì, Roberto Valerio, Antonio Iuorio e Nicola Rignanese è scena lunedì 23 marzo al Teatro Concordia nella stagione realizzata da AMAT e Comune con il contributo di MiBACT e Regione Marche e il sostegno di BIM Tronto.

L’impresario delle Smirne è un divertente ritratto dell’ambiente del teatro. La vicenda ruota attorno ad un gruppo di attori pettegoli, invadenti, boriosi e intriganti che, disperati e affamati, vivono per un attimo l’illusione della ricchezza sperando di partire in tournée a Smirne insieme ad Alì, ricco mercante del luogo che vuole formare una compagnia d’Opera. Facili prede di mediatori intriganti e di impresari furbi e rapaci, i poveri artisti scoprono a loro spese che le regole del Teatro sono eterne. Distratti dalle loro rivalità e dai loro “sogni di gloria”, non si rendono conto di essere delle semplici pedine. Nonostante sia stata scritta 250 anni fa, la commedia ha una sua inquietante modernità e offre l’occasione per porsi alcune domande sull’importanza dell’Arte e del Teatro nella società contemporanea, sul ruolo dell’attore, sulla relazione fra disponibilità di risorse produttive e valore artistico.

Lo spettacolo con la regia di Roberto Valerio, è prodotto dall’Associazione Teatrale Pistoiese in collaborazione con Valzer e interpretato oltre che da Valentina Sperlì, Roberto Valerio, Antonio Iuorio, Nicola Rignanese, anche dagli attori Massimo Grigò, Federica Bern, Alessandro Federico, Chiara Degani, Peter Weyel.

Biglietteria e informazioni: Teatro Concordia (tel. 0735/588246), botteghino aperto nei tre giorni precedenti la rappresentazione dalle ore 17,30 alle 19,30 e il giorno di spettacolo dalle 17,30 in avanti, e all’AMAT ad Ancona (tel. 071/2072439, www.amatmarche.net). Dato il numero degli abbonati e la partecipazione delle scuole superiori al cartellone teatrale, eventuali rinunce verranno rimesse in vendita la sera di spettacolo dalle ore 18,00. Inizio ore 21.15

(Letto 145 volte, 1 oggi)