GROTTAMMARE – E’ fissato a sabato 28 marzo il primo appuntamento dell’anno con la solidarietà verso il popolo Saharawi. I volontari della Consulta per la fratellanza tra i popoli del Comune di Grottammare si sono riuniti nei giorni scorsi per mettere a punto l’organizzazione della tradizionale conviviale che contribuirà a finanziare il viaggio e l’assistenza sanitaria in Italia di un gruppo di bambini gravemente malati.

Cure impossibili da praticare negli ospedali da campo allestiti nelle tendopoli dove i Saharawi vivono rifugiati dal 1975 ma attuabili in Italia, grazie alla solida rete di solidarietà tessuta negli anni intorno al “Progetto Saharawi”. “Insieme per il Saharawi” sarà ospitata nuovamente dalla direzione del Residence Le Terrazze, con inizio alle ore 20.30.

Durante la cena preparata dagli chef de Le Terrazze, il programma della serata prevede momenti di intrattenimento dedicati ai più piccoli, oltre a uno spettacolo finale per tutti, offerto dalla Compagnia Due Piume, dal titolo “Sfricio e Fantaghirò in mille bolle show”. Non mancherà la ricca lotteria con in palio i premi offerti da privati e attività commerciali vicini alla causa Saharawi.

La cena di solidarietà, infatti, è uno dei modi con cui il comune di Grottammare (e pochi altri Comuni in Italia) tenta di tenere alta l’attenzione su questo Popolo privato della sua terra occupata dal Marocco e dimenticato dal resto del mondo nel deserto del Sahara: “La cena di solidarietà è principalmente un’attività di comunicazione – fanno sapere dalla Consulta – che, localmente, conquista di anno in anno sempre più persone. Anche in tempi di crisi la città ha dato risposte generose (lo scorso anno furono raccolti circa 4800 €) tanto che finora è stato possibile accogliere ed assistere circa 300 bambini”.

Il costo di partecipazione è di 25 €, prezzo e menu speciale per i bambini fino a 12 anni, gratis per

quelli fino a 4. Info e prenotazioni ai numeri 0735 739247 (orario d’ufficio), 349.8087267.

(Letto 85 volte, 1 oggi)