CUPRA MARITTIMA – Emozioni, filosofia e versi per la mostra allestita presso la Sala Arca dei Folli di Cupra Marittima. Sono esposte infatti le opere pittoriche di Alessia Malatesta, Milena Bernardini, Lorita Rogantoni, allieve del maestro Annunzia Fumagalli, accompagnate dai versi dei poeti Serafino Sargentoni, Ismail Iljasi, Danilo Tomassetti, Salvo Lo Presti, Andrea Tomassetti.

La mostra curata da Lucrezia Odorici, resterà aperta fino al 28 marzo dalle 16 alle 20. A presentare la mostra il cavalier Danilo Tomassetti, cerimonieri la dama maestro Antonella Spinelli e il Maestro Nazzareno Tomassetti. Interverranno il Presidente Corecom Marche e Smart Piceno Pietro Colonnella e il Presidente della Pro Loco Pino Neroni.

Nella sua presentazione il poeta Danilo Tomassetti, Il Presidente dell’Arca dei Folli, si sofferma sul fatto che l’evento è inserito nell’ambito dei ludi il Bambino Creativo, il quale si prefigge lo scopo di affinare il talento ma anche istillare valori umani di solidarietà, felice che il Gran Cancelliere del CCCi il professor Giorgio Cegna abbia aderito al progetto. La Confederazione Internazionale dei Cavalieri Crociati “Guardiani di Pace” di Assisi-Malta, sono seguaci del pensiero francescano, tra le principali finalità è quella dello sviluppo del dialogo tra culture e religioni diverse e la promozione del talento giovanile.

Il maestro Annunzia Fumagalli, direttrice dei corsi d’arte dell’Arca dei Folli asserisce che in mostre come questa si cerca di interpretare l’autentico dell’arte, la quale oggi è solo una fiera del commercio e delle vanità, dove pagando si può esporre anche in spazi importanti, senza avere nessuna dote artistica.

Lucrezia Odorici, la giovanissima curatrice del liceo scientifico di Fermo, rivela che nell’allestire la mostra è stata agevolata dalle intense emozioni delle pittrici trasmesse con le loro opere.

Nel solco dell’emozione, l’intervento delle autrici, anche se questa non era la prima partecipazione, la modalità dello svolgimento, gli affetti e le considerazioni sulle loro opere, hanno reso molto commoventi i loro interventi.

Ognuna di loro ha utilizzato una parola, nel titolo della mostra, per autodefinirsi:

Lorita Rogantoni esprime l’anima, la purezza del cuora, il sentirsi integrata tra gli affetti che si sprigiona nella casa comune dell’Arca dei Folli.

Alessia Malatesta sente e vive con amore, inteso non come carnalità ma sentimento universale per il tutto, un abbraccio a ogni creatura.

Milena Bernardini, evoca la follia, quella che si vive nell’Arca, luogo dell’espressione della libertà, dove s’intrecciano sensibilità e culture diverse.

Danilo Tomassetti, condensa con alcuni versi le tre spatolate di creatività apportate dalle pittrici ed introduce la poesia, l’autentico poeta è colui che sta in equilibrio tra l’opera e la vita.

Serafino Sargentoni, un viaggio tra parola, cultura e la sensibilità, che macera dubbi e propone strade innovative nella ricerca tra il sé e l’altro.

Ismail Iljasi, la sua poesia è un “Il Ponte delle nazioni” tra culture e religioni, le quali dialogano tra loro, senza fratture ideologiche. Tra i suoi ospiti un ex nazionale della squadra di calcio dell’Albania.

Salvo Lo Presti, esprime l’amore del teatro e la forza dei suoi versi diversi, stilettate di saggezza. Andrea Tomassetti, veste l’abito del romantico, tenerezza di versi d’amore.
I Prossimi eventi dei ludi Il Bambino Creativo: “I sette petali del mandorlo”, Sala Arca dei folli mostra d’arte Inaugurazione Lunedì di Pasqua, avverrà dal 6 aprile all’11 aprile.

Il 25 Aprile Sala museo MIC, palazzo Kursaal, città di Grottammare, “O sacri bronzi…le campane dell’arte” omaggio al poeta Grottese Plinio Spina, terza edizione, un evento con mostra dei maestri dell’Arca dei Folli, artisti, pittori e giovani talenti; la mostra si concluderà il 3 Maggio 2015.

 

 

(Letto 213 volte, 1 oggi)