ASCOLI PICENO – Nuovo appuntamento con “I venerdì della Poesia”. Venerdì 17 aprile, alle ore 17,00, presso la biblioteca comunale “Gabrielli” si parlerà della poesia polacca che annovera ben tre premi Nobel: Czeslaw Milosz, Wislawa Szymborska e Henryk Sienkiewicz.

Wislawa Szymborska è una delle poetesse più amate dei giorni nostri. Nel 1996 ha ricevuto il Premio Nobel per la letteratura con la seguente motivazione: “per una poesia che, con ironica precisione, permette al contesto storico e biologico di venire alla luce in frammenti d’umana realtà”.

Un suo aforisma dice “Preferisco il ridicolo di scrivere poesie al ridicolo di non scriverne.” Roberto Saviano di lei ha detto che le sue poesie hanno una semplicità incredibile. ”È una poetessa che rimette al mondo le parole, le rigenera, le ricostruisce. Tu, nei suoi versi, incontri parole che già conosci, sensazioni che hai già provato, ambienti che hai visto mille volte; solo che, come fa Mozart con la sua musica, te la legge sul pentagramma e ti sembra tutto lineare, poi l’ascolti ed è l’universo”.

Czesław Miłosz ha ricevuto il premio Nobel per la Letteratura nel 1980 e nel 1993 il Premio Grinzane Cavour. Prima di loro, nel 1905, un altro polacco aveva ricevuto il premio Nobel: Henryk Sienkiewicz. Le sue numerose opere sono state tradotte in 50 lingue e adattate per il cinema come, ad esempio, “Quo vadis”.

(Letto 109 volte, 1 oggi)