ASCOLI PICENO – La storia raccontata su Internet. L’Italia entra nella Prima Guerra mondiale nel 1915 e quest’anno, in occasione del centenario, l’Associazione ex Parlamentari delle Marche, l’Associazione ex Consiglieri regionali delle Marche e il Club Incorreggibili Ottimisti, sotto il patrocinio della Provincia di Ascoli Piceno, desiderano conservare la memoria del sacrificio dei marchigiani.

Il lavoro, pubblicato sul sito internet www.lemarcheelagrandeguerra.it verrà presentato il prossimo venerdì 24 aprile alle ore 16 ad Ancona, presso la sede del Consiglio regionale in piazza Cavour 23.

Presiederà Luigi Micci, presidente Associazione nazionale ex consiglieri regionali. Illustreranno il sito web l’on. Paolo Menzietti, coordinamento Marche ex parlamentari e il consigliere regionale delle Marche Paolo Perazzoli del Club Incorreggibili Ottimisti.

Concluderà l’incontro l’on. Gerardo Bianco, presidente nazionale ex parlamentari.

All’indirizzo www.lemarcheelagrandeguerra.it vengono pubblicati documenti e immagini, vengono raccontati fatti, ricordati personaggi che ricostruiscono il mosaico di una storia lontana di eroismo e sacrificio.

Parte integrante del lavoro è l’insieme dei dati relativi ai caduti marchigiani: http://www.lemarcheelagrandeguerra.it/caduti/.

Si tratta di un vero e proprio motore di ricerca attraverso il quale ottenere la completa elencazione di nome, cognome, data e luogo di nascita, corpo di appartenenza, luogo, data e causa di morte nella Grande Guerra di tutti i militari provenienti dalla nostra regione. Per avere un’idea della portata dei dati basti pensare che consistono di quasi 6 milioni di caratteri , circa 226 mila parole, oltre 19 mila righe di testo.

Il gruppo di lavoro, coordinato dall’onorevole Paolo Menzietti, è da mesi impegnato nella ricerca di fonti e nell’elaborazione delle pagine del sito web ma “molto c’è ancora da fare – dichiara Menzietti – e per questo chiediamo l’aiuto di quanti siano in possesso di reperti e fotografie: invito a condividerli sul nostro sito inviandoci un messaggio di posta elettronica o anche sulla nostra pagina Facebook ”.

“Il nostro lavoro ha anche lo scopo di far conoscere alle nuove generazioni le vicende politiche, culturali e civili legate alla Prima Guerra mondiale e avvenute nella Regione Marche. Ci mettiamo fin da ora a disposizione degli istituti scolastici e degli insegnanti che volessero ospitarci per illustrare e raccontare alcuni episodi significativi così da dare nuovi spunti alla didattica della storia” è quanto afferma Lina Lazzari, docente di Lettere in pensione e membro del gruppo di lavoro.

Tutti i dati del sito vengono rilasciati con Licenza d’uso Creative Commons , secondo la quale è possibile copiare e redistribuire il materiale con qualsiasi mezzo o formato a patto che se ne riporti chiaramente la fonte.

Quest’ultimo aspetto è caratterizzante dell’impegno e dell’intento divulgativo alla base del progetto www.lemarcheelagrandeguerra.it : rendere tutto disponibile al pubblico sotto forma di dati in formato aperto.

Il gruppo di lavoro che ha ideato e realizzato il progetto è costituito da Paolo Menzietti in veste di coordinatore e poi Longino Carducci, Cristina Laureati, Lina Lazzari, Luigi Micci, Antonio Prado, Domenico Sabatini, Claudia Schiavon, Nazzareno Trevisani.

(Letto 186 volte, 1 oggi)