ASCOLI PICENO – “Con gli occhi di un bambino”.

Sarà questo l’elemento caratterizzante di ApFamily, la Settimana della Famiglia che si terrà ad Ascoli  dal 16 al 24 maggio.

“Dobbiamo guardare il mondo con gli occhi dei bambini – dichiara il primo cittadino Guido Castelli – è questa una delle chiavi di volta per superare il momento di crisi attuale. Ecco perché abbiamo voluto denominare così la sesta edizione della Settimana della Famiglia, una manifestazione da sempre caratterizzante la nostra attenzione per l’importanza che la famiglia riveste nella nostra società. Questa edizione sarà ricca, come le precedenti, di tanti momenti rilevanti, ma vorrei soffermarmi su uno in particolare, ossia la festa multietnica che si terrà domenica 24 maggio al Chiostro di S. Francesco. Credo che in un momento in cui si fa più forte e drammatica la discriminazione etnica e religiosa, sia importante riaffermare, anche con eventi come questo, i valori dell’accoglienza e dell’integrazione.

Quindi personalmente sono ben lieto e onorato di poter riproporre nella nostra splendida città una iniziativa che pone al centro la famiglia”. “Ascoli si caratterizza sempre più come Città della Famiglia – aggiunge l’assessore Donatella Ferretti – ed anche quest’anno ci aspetta un programma ricco e fitto di iniziative, anche grazie alla stretta collaborazione da sempre instaurata con le associazioni che sempre più numerose partecipano e collaborano. Si affronteranno varie problematiche, che vanno dalla tossicodipendenza, la dislessia e le emergenze pediatriche, quest’ultima in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, a laboratori di grafologia per bambini e testimonianze forti come quella di Mario, un bimbo colpito da ictus perinatale.

APFamily 2015 è rientrata, proprio con quest’ultimo evento, “Mario, una storia d’amore e di scienza”, nel prestigioso circuito ‘300 eventi in 300 città’ che fa capo alla Settimana Nazionale del Diritto alla Famiglia. Un ulteriore riconoscimento che testimonia la bontà e l’importanza di questa manifestazione”.

(Letto 156 volte, 1 oggi)