ARQUATA DEL TRONTO – Il 2015 è stato un anno importantissimo nel percorso intrapreso dalla giornalista ascolana della Sala Stampa Vaticana Pina Traini, da anni impegnata con l’associazione “Il Portico di Padre Brown” a valorizzare e a promuovere la conoscenza della preziosa presenza della copia della Sindone, conservata nella chiesa di San Francesco a Borgo di Arquata. Importante risorsa che 23mila visitatori hanno potuto conoscere, ammirare e venerare in occasione dell’Ostensione avvenuta per la prima volta, nell’aprile scorso, presso il Duomo di Ascoli Piceno, su iniziativa del Vescovo S. E. Mons. Giovanni D’Ercole.

«Negli anni è cresciuto a vista d’occhio l’interesse per questa copia “Extractum ab originali” del telo conservato a Torino – commenta Pina Traini, promotrice del “Progetto Sindone” – e finalmente quest’anno la Sindone di Arquata ha varcato i confini del piccolo paese in cui è stata finora custodita e migliaia di fedeli hanno potuto ammirarla, con una conseguente positiva ricaduta sul turismo per la città di Ascoli che ha accolto così tanti visitatori. Stiamo registrando un riscontro inaspettato di prenotazioni e di richieste da parte di persone interessate provenienti da tutta Italia e non solo. Addirittura nei prossimi mesi giungeranno studiosi di livello internazionale, desiderosi di analizzare il telo».

A continuare il lavoro svolto negli ultimi mesi, mentre è al vaglio lo studio di percorsi e itinerari culturali-spirituali da inserire e promuovere nell’ambito dell’Anno Santo della Misericordia indetto da Papa Francesco, torna il ciclo di appuntamenti arquatani “Serate d’estate alla luce della Sindone”, organizzato dall’associazione culturale “Il Portico di Padre Brown con il patrocinio del Comune di Arquata del Tronto.

Si parte sabato 18 luglio, alle ore 21.15, presso la Sala Consiliare del Comune di Arquata del Tronto, con “Il viaggio della Sindone”, incontro con l’archeologo e storico di fama internazionale Maria Grazia Siliato. La Siliato, unica donna ammessa nello STURP (Shroud of Turin Research Project), delegata per l’Italia del Centro Internazionale di Studi sulla Sindone, ha pubblicato diversi testi sull’argomento ed è attualmente in libreria con il vendutissimo libro “Il sangue di Lepanto” – Edizioni Rizzoli.

Si prosegue lunedì 27 luglio, alle ore 21.15, sempre nella stessa location, con la visione del filmato “La Sindone: un cold case antico 2000 anni – La Sindone e la scena del crimine”, a cura della documentarista e tecnico forense Francesca Saracino.

Domenica 2 agosto, alle ore 21.30, nella chiesa di San Francesco, avrà luogo la recita del Rosario di San Francesco, animato da letture e musica da vivo.

Sabato 8 agosto, alle ore 21.15, di nuovo presso la Country House “Centro dei due Parchi” verrà proiettato il film-capolavoro di Terrence Malick “The tree of life”, pellicola vincitrice nel 2011 della Palma d’oro come miglior film al Festival di Cannes.

La rassegna si conclude domenica 9 agosto, presso la chiesa di San Francesco, alle ore 21.15, con l’evento “Vita di Francesco – Recital poetico musicale sulla vita del Poverello d’Assisi”: un omaggio che celebra l’Ottavo Centenario del passaggio del Santo nella terra picena. La meravigliosa avventura di vita e di santità di Francesco d’Assisi sarà raccontata dall’attore Vincenzo Bocciarelli, voce recitante della serata e già più volte presenza di prestigio agli eventi dell’associazione.

Interventi musicali: Graziella Angellotti, Felice Cantalamessa, Valentina Manni, Giovanni Vitelli. Movimenti di danza: Flavia Tosti. Regia: Pina Traini. Lighting designer: Pietro Cardarelli.

 

Tutti gli eventi hanno ingresso gratuito.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(Letto 194 volte, 1 oggi)