SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dal 5 al 15 settembre, alla Palazzina Azzurra di San Benedetto del Tronto, sarà visitabile la mostra “Carlo De Benedictis, il Neopurismo nell’Arte contemporanea” curata da Giancarlo Bassotti.

L’artista è nato a Fano nel 1950 e qui esercita la professione di medico di base, ma la sua vera passione è la pittura che coltiva fin da ragazzo. Nel corso degli anni ha esposto numerose mostre personali e collettive.

Scrive Giancarlo Bassotti nel testo di presentazione della mostra: “Carlo De Benedictis concepisce l’arte come uno strumento di analisi, come azione sul piano della cultura in senso lato, come interpretazione della realtà: l’arte è un discorso sulla realtà e non una semplice riproduzione. Di conseguenza, la sua opera è tutta volta a disegnare l’inevitabile intreccio fra Arte e Cultura, nel tentativo di svelarne i segreti più profondi e nascosti. Una delle caratteristiche principali che sottolinea l’opera di De Benedictis e appare elemento fondante e fondamentale è il suo sincretismo. L’artista attinge indistintamente da ogni fonte culturale, tanto che il lontanissimo passato è vissuto come l’attualità del presente: Storia e cronaca si toccano”.

La mostra, patrocinata dal Comune di San Benedetto, sarà inaugurata sabato 5 settembre alle 18.30 e fino al 15 sarà visitabile dalle 18 alle 24 tutti i giorni, escluso il lunedì.

(Letto 246 volte, 1 oggi)