OFFIDA – Una nuova stagione musicale sta per aprirsi a Offida. Se nel ‘700 Haydn compose la Missa Sancti Bernardi, dedicata proprio al beato offidano e rendendo celebre Offida, dal 6 settembre il teatro Serpente Aureo “risorge alla lirica” e lo fa con una settimana dedicata all’alunno prediletto di Haydn, Wolfgang Amadeus Mozart.

“Dal 6 al 12 settembre – ha commentato l’assessore alla Cultura Isabella Bosano – il grande musicista viennese sarà il protagonista di una serie di appuntamenti tra lirica e concerti all’interno della manifestazione “Offida all’Opera”. Una grande opportunità per la nostra città e per il Serpente Aureo, che avrà come referente un direttore artistico, Ginevra Zotti Di Nicola”.  La Zotti Di Nicola a luglio ha riportato sul palcoscenico di Offida –  e dopo ben 180 anni – il Tancredi di Rossini nella versione di Giuditta Pasta, una produzione a firma del Serpente Aureo che ha calcato anche le scene a Pesaro, durante il Rof di agosto.

Il programma dell’ Offida all’Opera avrà inizio il 6 settembre con “La voce degli angeli” un concerto di musica sacra a Santa Maria della Rocca, il 7 a Spazio Vino, dalle ore 18, si terrà un concerto aperitivo, mentre l’8 settembre è prevista una cena turca – tanto in voga ai tempi di Mozart –  all’Enoteca regionale (fondamentale la prenotazione), in cui si potranno ascoltare le note de il Ratto del Serraglio, titolo originale Die Entführung aus dem Serail.  Mercoledì 9 saranno i bambini i veri e propri protagonisti dell’opera nell’incontro “La favola del Flauto Magico” e il 10, al chiostro di San Francesco, dopo le 23, si potrà assistere a un concerto notturno con brindisi finale.  Sabato 12, al Serpente Aureo, la settimana dedicata alla lirica si concluderà il 12 settembre con  Le nozze di Figaro.

“Oltre agli appuntamenti in cartellone – continua Ginevra Zotti Di Nicola –  abbiamo previsto tante iniziative come la filodiffusione per tutta la città di musica mozartiana e  dei personaggi che andranno in giro per il borgo con i vestiti di scena. Tutti per creare il clima giusto”.

L’Offida all’Opera sarà solo l’inizio di una lunga stagione, visto che il direttore artistico ha firmato un contratto per tre anni rinnovabile e che presto sarà svelato un vero e proprio cartellone stagionale del Serpente Aureo. “Il primo delle Marche – continua il direttore artistico – visto gli appuntamenti sparuti degli altri teatri. Il nostro programma coinvolgerà i più piccoli direttamente nelle scuole e i più grandi con una guida all’ascolto. Inseriremo opere della grande tradizione lirica ma anche quelle importanti ma finite nel dimenticatoio”. Il Serpente Aureo aspira anche a selezionare nuovi talenti e già per la settimana mozartiana si sono tenute due audizioni. Una volta era proprio dai teatri di provincia che nascevano le nuove stelle.

“Offida all’Opera è la novità – ha concluso il sindaco Valerio Lucciarini –  l’ultima di questa lunga estate piena di successi per la Città del Sorriso. Paragonarla a una piccola Salisburgo? Direi che proprio Offida debba essere valorizzata in quanto Offida, come un vero e proprio brand.  Abbiamo intercettato dei professionisti capaci che garantendo  una sostenibilità finanziaria per la manifestazione non ci hanno fatto rinunciare alla lirica. Anzi,  hanno talmente creduto nella peculiarità di Offida tanto da portare una produzione del Serpente Aureo a Pesaro durante il Rof”.

Le Nozze di Figaro costi:

Platea e I ordine 40 euro;

Laterale I Ordine, 30 euro;

Centrale II Ordine, 40 euro,

Laterale II Ordine 30 euro;

III Ordine centrale 30 euro;

III Ordine laterale 20 euro;

Loggione 10 euro.

Previsti sconti per under 25, over 65 e gruppi di 10 persone.

Sarà possibile partecipare alle prove generali dell’11 settembre con un costo di 10 euro.

(Letto 528 volte, 1 oggi)