OFFIDA – “Rispettando l’impegno fatto ai cittadini durante la scorsa tornata elettorale l’amministrazione è lieta di presentare il Primo Festival Nazionale di Teatro Amatoriale Serpente Aureo – Città di Offida”. Così ha esordito l’assessore alla Cultura Isabella Bosano durante la conferenza in cui si è parlato della manifestazione teatrale, che si svolgerà  in 8 appuntamenti dal 20 settembre all’8 dicembre, nata grazie all’impegno dell’associazione Gruppo amici dell’Arte (Gad’a), alla collaborazione della Pro Loco di Offida e dal contributo che il Comune.

“Abbiamo sostenuto l’evento in modo incisivo dal punto di vista finanziario – ha sottolineato il sindaco Valerio Lucciarini –  per fissare le basi a quello che un giorno potrebbe diventare una vera e  propria stagione teatrale della Città del Sorriso”.

Sono state ben 52 le compagnie di teatro amatoriale che hanno partecipato al bando e la grande partecipazione ha reso il Festival il secondo maggiore della Regione Marche  dopo quello di Pesaro. Il Gad’A ha istituto una commissione interna composta da 10  membri  che in due mesi hanno visionato tutti i video delle opere ricevute per selezionare le 7 finaliste. “Nel tentativo di definire un cartellone il più possibile eterogeneo – continua Piero Petrocchi, presidente del Gad’A –  la commissione ha preferito tener conto non solo della qualità ma anche del testo delle opere”.

Le sette compagnie vantano ottimi curriculum, alcuni anche di livello nazionale e vengono da Napoli, Loreto, Pozzuoli, Salerno, Fabriano Formia e Ascoli Piceno. La serata dell’8 sarà dedicata alla premiazione e una compagnia di Castignano allieterà il momento con una commedia.

“Sono state coinvolte anche le scuole – ha commentato Adele Costantini del Gad’A – in una prima fase per l’elaborazione del nostro loco che ha realizzato un ragazzo dell’istituto comprensivo di Offida, Giacomo Nespeca. La seconda fase riguarda un corso di teatro che faremo nelle scuole e che, a metà aprile, porterà i ragazzi in scena. Inoltre proveremo a coinvolgere degli studenti selezionati dai loro professori a fare una recensione di una commedia o di tutto il festival”.

Il Gad’a in questo senso e a conferma del presidente Petrocchi, ha allargato gli orizzonti.

“Manifestazioni di questo genere – continua Lucciarini – fanno sì che maturi la sensibilità nei confronti del teatro, che è un segmento artistico  che regala davvero qualcosa allo spettatore. Dopo una stagione estiva ricca di eventi e senza eguali in tutta la provincia, crediamo che questo Festival possa promuovere sempre di più la passione per il teatro”.

“Considero il festival – conclude la Bosano –  un momento fondamentale per la nostra città per far conoscere sempre di più il gioiello del Serpente Aureo”.

(Letto 394 volte, 1 oggi)