Nell’ambito dei festeggiamenti dedicati al Santo Patrono di Monteprandone, il Centro Studi “San Giacomo della Marca” in collaborazione con la Scuola Superiore di Studi Medievali e francescani della Pontificia Università Antonianum di Roma, l’Amministrazione comunale di Monteprandone, la Banca Picena Truentina, la Provincia Picena dei Frati Minori,  ha organizzato per domani sabato 21 novembre un importante convegno internazionale su “Giacomo della Marca e il Corano. Testimonianze manoscritte”.
Il Santo Monteprandonese conserva nei suoi sermoni degli extracta del Corano, frammenti presenti nella biblioteca di Monteprandone, che mostrano l’interesse del Frate piceno per la conoscenza del testo sacro all’Islam. La singolarità e l’importanza di questi temi trattati è al centro del convegno che intende approfondire temi dell’Islam studiati da parte dei francescani, e in particolare, nei preziosi testi di Giacomo della Marca.

Il convegno internazionale avrà inizio alle ore 9:30 presso la sala delle Vetrate del Santuario di san Giacomo della Marca con i saluti istituzionali di Stefano Stracci, Sindaco di Monteprandone, Padre Ferdinando Campana, Ministro provinciale dei frati minori delle Marche e Padre Lorenzo Turchi, Direttore del Centro Studi San Giacomo della Marca.

Seguiranno gli interventi di alcuni studiosi e professori provenienti da prestigiose Università italiane ed internazionali: Antonio Bioschi dall’Università di Alicante, Filippo Sedda dalla Pontificia Università Antonianum di Roma, Josè Martìnez Gasquez e Candida Herrero Hernandéz dall’Università Autonoma di Barcellona, Fernando Gonzalez Munoz dall’ Università de La Coruna.
Modera e presiede il professor Francesco Zannini, del Pontificio Istituti di Studi Arabi e d’Islamica di Roma.

(Letto 427 volte, 1 oggi)