Terzo appuntamento alla rassegna teatrale cuprense, ad opera della compagnia Claet di Ancona. Lo spettacolo inizierà alle 21.15 di venerdì 5 febbraio presso il Cinema Margherita di Cupra.

In “Oh Dio mio”, una pièce venata di humour yiddish scritta dalla acclamata drammaturga greca Anat Gov, incontriamo Ella, affermata psicanalista e madre single di una ragazzina autistica, che un giorno riceve la telefonata di un misterioso paziente bisognoso di aiuto, un paziente…. molto speciale; Ella accetta di riceverlo nel suo studio e tra i due ha inizio un improbabile quanto insperato dialogo di cui, chiunque, in cuor proprio, vorrebbe essere protagonista.
Il testo analizza il rapporto eterno tra Dio e l’Uomo sin dalla creazione del mondo, mettendo a confronto i relativi antitetici punti di vista: quello di Dio, deluso dalla sua “creatura”, corrotta dal peccato e dalla brama di potere e quello dell’Uomo, spaventato ed oppresso dalla Divinità minacciosa dell’Antico Testamento.
Nella sua intenzione di avvicinare il Cielo alla Terra, l’autrice accompagna ciascuno dei suoi personaggi lungo un percorso di analisi e di ricerca, di se stesso e dell’altro, fino ad uno scambio di ruoli: umanizza Dio facendogli sperimentare fragilità e debolezze dell’animo umano ed eleva l’Uomo facendo di lui “il Salvatore”.

Prenotazioni e abbonamenti presso la tabaccheria Manuela Massarenti in piazza della Libertà, tel. 0735 777350

(Letto 205 volte, 1 oggi)