SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Frammenti da Cechov è in programma martedì 23 febbraio al Teatro Concordia nel cartellone proposto da Comune e AMAT in collaborazione con MiBACT e Regione Marche e con il sostegno di BIM Tronto. Interprete dello spettacolo, insieme agli attori di Teatro Hamlet diretti da Gina Merulla (fra cui la sambenedettese Debora Giobbi) e lo storico collaboratore di Peter Brook, Mamadou Dioume.

Mamadou Dioume, attore e regista franco-senegalese che Peter Brook volle nel capolavoro Mahābhārata del 1985 e successivamente anche in La Tragédie de Carmen, in Woza Albert e ne La Tempète, riparte dal grande drammaturgo russo per la sua ricerca sull’origine delle tecniche teatrali e la creazione di nuovi codici espressivi che porti lo spettatore in una dimensione sconosciuta e affascinante. Estremamente divertente e ironica ma anche intensamente struggente l’opera di Cechov dialoga col suo pubblico e lo conquista raccontandogli la sua stessa storia.

La regia di Gina Merulla trasforma i quattro atti unici (Una Natura EnigmaticaL’orso , La signora col cagnolino e Il Canto del cigno) in un unico quadro narrativo in cui si mescolano colori, caratteri, parole. I personaggi si trovano per la prima volta dinanzi ad uno specchio che restituisce un’immagine ora sconosciuta, ora familiare, facendogli assumere significati sempre diversi e sempre profondamente reali.

In scena, con Mamadou Dioume e Debora Giobbi, Sabrina Biagioli, la regista Gina Merulla, Roberto Negri, Fulvio Maura e Massimo Giudici. Le scena e  la grafica sono di Christian Valentini, la fotografia di Andrea Romi , le luci e il suono di Massimo Secondi.

Il botteghino del Teatro Concordia sarà aperto esclusivamente il giorno di spettacolo dalle 18.30 per consentire l’acquisto, qualora disponibili, dei biglietti residui (riservati di legge e non ritirati).

Informazioni all’Ufficio Cultura del Comune di San Benedetto (tel. 0735/794588 e 0735/794460, www.comunesbt.it), all’AMAT ad Ancona (tel. 071/2072439, www.amatmarche.net) e Call Center dello Spettacolo delle Marche (tel. 071 21 33 600). Inizio ore 21.

(Letto 208 volte, 1 oggi)