GROTTAMMARE – La barba non è mai stata così popolare come negli ultimi anni. E forse nemmeno così comica, anzi tragica, vista la tendenza dell’autunno/inverno 2015 che è arrivata a proporla in versione addobbata o tinta.

Stavolta lo spettacolo al Nuovo Teatro Kursaal ci riporterà indietro (per fortuna) ai mitici anni ’70, e precisamente proprio nel negozio di un barbiere.

Sabato 27 febbraio alle ore 21:30 è in programma il quinto appuntamento di “Commedie Nostre”, dodicesima rassegna di teatro amatoriale e dialettale organizzata dall’Associazione Lido degli Aranci con il patrocinio del Comune di Grottammare.

La Compagnia Teatrale “G. Lucaroni” di Mogliano (MC), vincitrice del “Grottammare Mask” 2015, porterà in scena lo spettacolo in dialetto maceratese “Varva e capiji ce penza li fiji”.

Si tratta di un’esilarante commedia in due atti dal ritmo travolgente. Un classico dello spettacolo marchigiano, accreditato dalla critica di settore con innumerevoli riconoscimenti, tra cui il prestigioso Festival Nazionale del Teatro Amatoriale di Arezzo nel 2013.

La Lucaroni è sul palco da oltre 15 anni e vanta all’attivo 6 commedie, per un totale di 242 rappresentazioni in tutta Italia e ben 42 premi vinti, che ne fanno la compagnia marchigiana più titolata oltre che all’avanguardia nella tecnica di recitazione.

Il leitmotiv della commedia è espresso dal suo stesso autore e regista, Pietro Romagnoli:

Mi capita spesso, come penso anche alla maggioranza di voi, di ricordare tornando indietro nel tempo i luoghi che ci sono rimasti nel cuore perché vi abbiamo trascorso momenti divertenti allegri e spensierati. Uno di questi posti per me è il negozio del barbiere, sia perché abitavo proprio attaccato ad una barbieria e da bambino spesso ci trascorrevo i miei momenti liberi, sia perché essa rappresentava un luogo di incontro per gli uomini del paese che a turno ci passavano: c’erano i tipi caratteristici e buffi e quelli che si fermavano solo per chiacchierare o per leggere il giornale.
La barbieria diventava quindi una grande famiglia, dove i problemi personali si intrecciavano con quelli sportivi, con quelli economici e con quelli sentimentali.
La commedia è ambientata negli anni settanta e, con un pizzico di nostalgia, spero possiate anche voi rivivere la quotidianità di un periodo che seppur meno tecnologico e frenetico di quello attuale, regalava momenti di unità e amicizia. A portare scompiglio e vivacità contribuiranno, come spesso (e per fortuna) capita anche oggi nelle nostre famiglie, i figli.

Ecco il cast di attori in scena: Pietro Romagnoli, Cecilia Cesetti, Paola Cruciani, Alessio Sergolini, Romina Forti, Corinna Vico, Maurizio Conti, Stefano Fortunati, Piergiuliano Lignino, Enrico Ginobili, Massimo Valori, Aurora Fabiani, Luca Arriva, Luca Romagnoli, Caterina Damiani e Sauro Sergolini.

La serata sarà presentata da Giuseppe Cameli dell’Associazione Lido degli Aranci, che anche stavolta inviterà il pubblico ad esprimere il proprio gradimento sullo spettacolo in gara, in vista della serata finale del Premio “Grottammare Mask” prevista il 19 marzo.

 

Ingresso: 6 euro (intero) / 3 euro (ridotto per bambini fino a 10 anni)
Ingresso abbonamento (8 spettacoli): 35 euro (intero) / 20 euro (ridotto)

Prevendite: Merceria il Cigno, Via Matteotti 1, Grottammare
Info: 347540663 – ass.lidoaranci@libero.it

(Letto 240 volte, 1 oggi)