ASCOLI PICENO – Dopo l’impegno su scala planetaria contro la polimomelite, chiamata “End Polio” e che ha praticamente debellato la malattia con quasi due miliardi di vaccini somministrati a bambini in tutto il mondo, quest’anno il Rotary di Ascoli vuole richiamare l’attenzione sulle malattie rare.
Domani , 27 febbraio alle 17 all’Auditorium della Fondazione Carisap ci sarà un focus proprio sulle malattie rare con la presenza del professor Garofalo, Docente di Genetica all’Università del Molise che illustrerà le indagini che si possono condurre per la precoce identificazione di alcune patologie. Interverranno anche la dottoressa Ficcadenti del “Salesi” di Ancona quale responsabile del Centro regionale delle malattie rare. Ci sarà anche la testimonianza del dottor Vincent Mazzone, medico e membro del Rotary di Ascoli a testimonianza di una preziosa collaborazione nel trattamento interdisciplinare dei piccoli pazienti affetti dalla sindrome di Apert, una patologia rarissima la cui incidenza è stata stimata in circa 1 su 50.000 nascite,
Ci sarà anche un intermezzo musicale a cura del coro di voci giovanili ascolane “La corolla” diretto dal Maestro Mario Giorgi per celebrare l’iniziativa rotariana
(Letto 102 volte, 1 oggi)