Umberto Orsini, grande maestro del teatro italiano, sale sul palcoscenico del Teatro Concordia di San Benedetto venerdì 11 marzo per Il prezzo, penultima delle opere teatrali di Arthur Miller. Insieme a Massimo Popolizio, che ne firma la regia, Alvia Reale ed Elia Schilton, Orsini, anche nelle vesti di produttore, mette in scena, a distanza di trent’anni dallo storico allestimento di Raf Vallone –l’unico nel nostro paese – e con la traduzione Masolino D’Amico un testo, datatao 1968, fortemente critico del sistema economico basato sull’idea dell’”usa e getta”.

Un problema di eredità fra due fratelli dalle fortune divergenti e dalle scarsissime frequentazioni, dà luogo a un confronto feroce che tocca il loro comune passato, non solo materiale ma anche morale e affettivo, di cui si deve ora valutarne il prezzo.

“Il testo di Arthur Miller – dice Orsini – fotografa con spietata lucidità e amara compassione le conseguenze della devastante crisi economica avvenuta negli Stati Uniti nel ‘29. Figli di un padre che ha subito drammaticamente la crisi, due fratelli si incontrano dopo alcuni anni dalla sua morte per sgomberare un appartamento, che sta per essere demolito, in cui sono accumulati i mobili e gli oggetti raccolti dal padre nel corso della vita. Un vecchio broker è chiamato per stabilirne il prezzo. Da questo semplice spunto emergono tutte le incomprensioni e le menzogne che la paura della perdita improvvisa del benessere può esercitare su chi si dibatte nella crisi. Miller tratta il tema con la consueta maestria, facendoci scoprire un capolavoro che, pur venendo da lontano, ci porta ai nostri giorni così pieni di incertezze.

Il dramma, con le scene di Maurizio Balò, i  costumi di Gianluca Sbicca, le luci di Pasquale Mariè proposto nei cartelloni in abbonamento dei teatri di Camerino e San Benedetto realizzati dai rispettivi Comuni e dall’AMAT in collaborazione con MiBACT e Regione Marche e, per San Benedetto, con il sostegno di BIM Tronto.

Biglietti: il botteghino del Teatro Concordia sarà aperto esclusivamente il giorno di spettacolo dalle 18.30 per consentire l’acquisto, qualora disponibili, dei biglietti residui (riservati di legge e non ritirati). Informazioni e prevendite anche in AMAT tel. 071 2072439 – 071 2075880 www.amatmarche.net  e Call center dello spettacolo delle Marche 071 21 33 600, su internet vivaticket.it.  Inizio ore 21.

(Letto 165 volte, 1 oggi)