GROTTAMMARE – Il cantastorie è sempre stato un personaggio importante, fin dalla notte dei tempi. Era attorno a lui che la sera o in occasioni speciali ci si raccoglieva. La sua voce melodica ed avvolgente, accompagnata da strumenti musicali rudimentali, antesignani di quelli a cui oggi siamo abituati, disegnava intrecci, personaggi, storie e regalava a chi ascoltava completamente rapito, pezzi di vita che altrimenti non avrebbe mai vissuto o un ponte per ricollegarsi a ricordi ed emozioni ormai lontane.

Oggi i cantastorie non ci sono più. Ma ci sono i cantautori che hanno più o meno lo stesso ruolo e lo stesso dono. A loro spetta il gradito e meraviglioso compito di risvegliare l’immaginazione del pubblico, di portarlo via per un attimo dal telefono che suona, dalle notizie del mondo, dai piccoli e grandi problemi di ogni giorno. Il cantautore ha in mente una storia e la mette in musica. Ci porta dove non siamo mai stati o ci da l’impagabile occasione di vivere ancora una volta quel momento che non dimenticheremo mai.
Pensateci su: non avete forse una canzone in mente per ogni evento importante della vostra vita?

Nel quinto appuntamento del calendario di Esperienze d’Arte, venerdì 25 marzo ore 21, lo Chalet Tropical si trasformerà nel regno di un cantastorie di eccezione accompagnato da menestrelli di grande fama: Luca Mongia, conosciuto come sensibile e raffinato cantautore, sarà accompagnato dai migliori istinti di Walter Monini al basso e Glauco Di Sabatino alla batteria.
Con Mongia e le sue composizioni originali si entrerà nel vivo della sua ricerca: una vera trasmigrazione sonora inseguita in tutti quei debiti jazz e blues che la musica pop, come la migliore musica d’autore, possono vantare come riferimento ritmico e timbrico.

Emozione e sperimentazione, che vedranno protagonisti anche i grandi classici del cantautorato della musica italiana con un omaggio a Lucio Battisti, Luigi Tenco, Lucio Dalla e Rino Gaetano, per poi spingersi nelle fusioni di Miles Davis focalizzandosi anche attraverso il vernacolo blues delle composizioni di Robben Ford, meteora yellowjackets e compagno d’eresia dello stesso Davis.
Il resto, imprevedibile, è tutto da scoprire !

Per maggiori informazioni, Pagina Facebook Tropical Eventi

(Letto 114 volte, 1 oggi)