GROTTAMMARE – Sappiamo leggere una notizia? Manteniamo un rapporto critico e consapevole con i nuovi media?

Da domande come queste, semplici quanto trascurate, muove la nuova opportunità di primavera targata “Radio Incredibile”. Che ancora una volta mette al centro la famiglia, e stavolta chiama all’appello anche le scuole dell’intera provincia per battere una strada diversa dopo quelle del cinema, del fumetto, della radio e il 14 aprile anche del teatro.

L’associazione ha messo a punto insieme al settimanale diocesano L’Ancora, un corso di giornalismo rivolto a tutti curato da Simone Incicco, caporedattore della testata.

“La famiglia e la buona comunicazione. Saper vivere tra attualità, cronaca e social network” è l’ultima novità all’interno del progetto “Comun.I.care – La famiglia al centro della Media Education”, realizzato con la Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno.

L’obiettivo è proprio quello della formazione sull’uso corretto della comunicazione attraverso una serie di incontri, tutti i martedì sera dal 12 aprile a giugno, tenuti da professionisti del settore presso il Centro Polifunzionale DepArt di Grottammare (parcheggio stazione FS).

“Abbiamo lavorato per creare una rete tra le diverse associazioni del territorio che si occupano di comunicazione e per mettere in contatto diverse generazioni – spiega Martina Sciarroni, referente didattico del progetto – Purtroppo la comunicazione è un tema sottovalutato, quasi o per niente trattato. I ragazzi di oggi non sanno ‘utilizzare’ come dovrebbero gli strumenti di media educazione, e quindi in maniera consapevole, ma solo dal punto di vista tecnico. E ciò può costituire un pericolo, cosa che del resto vale per tutti, perché porta ad ignorare in tutta leggerezza i rischi del web, come se avessero la macchina ma non la patente”.

Il primo appuntamento, “La famiglia 3.0” è in programma eccezionalmente per mercoledì 6 aprile alle ore 18 presso la sala Kursaal ed è esteso a tutte le famiglie e scuole della provincia con la finalità di informare giovani ed adulti sui rischi che corrono in rete; invitarli ad un uso consapevole di internet; fare una panoramica sul fenomeno del cyberbullismo grazie all’intervento della Polizia Postale di supporto alle famiglie.

Tutti gli altri si terranno di norma ogni martedì a partire dal 12 aprile, dalle ore 21 alle 23, ed avranno come filo conduttore il grande tema ‘La famiglia e la buona comunicazione’ per aprire una concreta riflessione sul giornalismo costruttivo in famiglia, che guarda alla realtà dei fatti senza però lasciare i lettori allo stato di utenti passivi.

Discernimento, visione critica e capacità di cogliere gli eventuali pericoli della rete sono la grande speranza sottesa a queste interessanti esperienze didattiche affinché i partecipanti diventino più attivi e consapevoli nel leggere le notizie e nel rapportarsi con i nuovi media.

Gli incontri saranno suddivisi per tematiche ed organizzati in lezioni teoriche e laboratori pratici sotto la guida di illustri professionisti del settore, che li aiuteranno a realizzare un inserto finale, successivamente pubblicato in allegato al settimanale L’Ancora.

Un corso davvero completo e utile soprattutto oggi che la padronanza degli strumenti della comunicazione è un requisito imprescindibile, tanto nella vita pubblica che privata, e nel mare magnum della rete non basta più navigare a vista.

 

PROGRAMMA

mercoledì 6 aprile, ore 18 (sala Kursaal)

La famiglia 3.0″, tavola rotonda sui seguenti temi:

“I pericoli di Internet, come navigare in sicurezza”, a cura del personale della Polizia Postale del Compartimento di Ancona;

“Famiglia e cyberbullismo: leggere i segnali prima che diventino cronaca”, a cura della giornalista Tamara Ciarrocchi;

“Il patto di corresponsabilità educativa tra scuola e famiglia nella cultura del vivere bene. Esperienze e modelli di riferimento”, a cura del dott. Cesarino Caioni, esperto di educazione alla legalità e di sicurezza urbana;

“Giovani, disagio ed internet”, a cura della psicologa Laura Santirocco dell’Associazione Jonas San Benedetto del Tronto.

da martedì 12 aprile (tutti i martedì fino a giugno), ore 21-23

lezioni teoriche e pratiche, relatori e temi:

Antonio Gaspari (direttore Agenzia Internazionale Zenit.org): “La storia della notizia”

Dario Gattafoni (presidente Ordine dei Giornalisti Marche): “Etica e giornalismo, quale direzione”

Pier Paolo Flammini (caporedattore Riviera Oggi): “Organizzare una redazione”

Teresa Valiani (direttrice Io e Caino): “L’esperienza di lavorare in situazioni delicate: il giornale in carcere”

Dino Cecconi (regista Rai): “Realizzare, con i mezzi a disposizione, servizi video giornalistici di qualità”

Simone Incicco (caporedattore L’Ancora): “Come informarsi senza essere manipolati dai media”

Daniele Bellasio (caporedattore Il Sole 24 Ore): “La notizia nella storia dell’informazione fino ai social”

Vincenzo Varagona (caposervizio Rai): “Il laboratorio della notizia” (esperienza concreta di redazione di un articolo)

Marcello Iezzi (giornalista Il Resto del Carlino): “La persona o la notizia al centro dell’informazione?”

 

Iscrizione: gratuita e senza limiti di età e numero di partecipanti entro sabato 9 aprile inviando una email a info@progettocomunicare.org o telefonando al 328.179.5391 (Martina).

Info: http://www.progettocomunicare.org/progetto-grottammare.html

(Letto 272 volte, 1 oggi)