Continua con l’appuntamento di venerdì 29 aprile presso il Palazzo Kursaal di Grottammare (ore 15) la formazione dal titolo “Personal Branding – Me and Sharing Economy”, con l’obiettivo di aiutare le persone a investire le proprie risorse nella vita e nel lavoro, tenendo fede a principi di autenticità e solidarietà.

Le persone colpite dalla sindrome di Moebius non possono fare smorfie, aggrottare le sopracciglia, arricciare il naso. Ma, soprattutto, non possono sorridere.

Se la resilienza è la capacità di superare gli ostacoli e di rimanere motivati nel perseguire i propri obiettivi, la storia umana e professionale di Cristina Faragli, affetta da Sindrome di Moebius dalla nascita, è senz’altro un esempio di come l’essere umano possa interpretare grandi difficoltà come una sfida e un’opportunità piuttosto che come una minaccia.

L’incontro con Cristina Faragli, autrice di un sorprendente libro autobiografico pubblicato negli Stati Uniti, è organizzato dal formatore Tommaso La Selva (Progettotillandsia), in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Grottammare (Assessorato alla Formazione e ai Talenti; Politiche del Lavoro e contro la crisi), con l’Associazione Paese Alto, con l’Associazione Culturale Blow-up e con l’Informagiovani di Grottammare-Acquaviva-Ripatransone-Cupramarittima. Partecipazione gratuita con tessera 2015-2016 dell’Associazione Blow-up.

Per informazioni: 380-6421779tommaso.laselva@gmail.com

(Letto 131 volte, 1 oggi)