SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sabato 30 aprile si è svolto spettacolo “vero”, all’altezza del palcoscenico che lo ha ospitato dove la cura e la maestria si sono intrecciate con il grande entusiasmo e lo slancio artistico. Organizzato da La Bottega di Antonio, “Un sogno dentro il cortile: Don Bosco”.

Tutto il Musical è percorso  da un’onda emozionale basata sulla forza dei personaggi.  Don Bosco “il rivoluzionario del bene” che con semplicità e fermezza ha portato delle svolte epocali: sua madre (mamma Margherita), il braccio operativo e tenero che ne completava l’opera di accoglienza dei ragazzi di strada. Emozioni contrastanti nell’incontro di altri personaggi (reali o interiori): la chiesa titubante ed incredula ma alla fine accondiscendente rappresentata dal cardinale e dal suo segretario e poi Satana (l’accusatore), che con dialoghi molto serrati cerca di scoraggiare  e fermare Don Bosco.

Ampio spazio viene dato anche alla corporeità, con i balletti che con   immediatezza ed eleganza riescono a “dipingere” alcuni quadri di vita vissuta: l’emarginazione dei ragazzi in  strada, l’entusiasmo per le attività dell’oratorio, la paura e la morte per il colera e l’impatto delle prime missionarie con gli indigeni dell’America latina.

Al cuore del musical troviamo le canzoni che rappresentano veri e propri picchi artistico-emozionali, alla bellezza del canto si accompagna una profonda partecipazione, con la musica che guida lo spettatore   dentro  la  storia.

L’accoglienza del pubblico è stata grandiosa. Il teatro esaurito in ogni ordine di posto ma soprattutto grandi applausi, commozione e richiesta di nuove repliche.

Raccogliendo l’invito del pubblico e grazie alla disponibilità del Comune di San Benedetto del Tronto, che metterà di nuovo a disposizione il teatro, è stata fissata la replica dello spettacolo per lunedi 9 maggio alle ore 21 al Teatro Concordia.

(Letto 175 volte, 1 oggi)