MONTEFIORE DELL’ASO – Tra le più note nelle Marche, l’Infiorata di Montefiore dell’Aso manifestazione riconosciuta dall’Amministrazione Comunale come “DE.CO”, ossia iniziativa con marchio di garanzia di Denominazione Comunale d’Origine, ammessa da alcuni mesi anche nell’Associazione Internazionale di Arti effimere (ASSOCIACÌON INTERNACIONALES DE TAPETI DE ARTE EFFIMERO),  è pronta per la XIV° edizione “L’Eucarestia fonte di misericordia”.

Reduce dal terzo posto ottenuto al 6° Congresso di Arti Effimere tenutosi nei giorni scorsi a Noto, l’Associazione Infiorata sta mettendo a punto in queste ore gli ultimi dettagli.

Sabato 28 e domenica 29 maggio il paese si trasformerà in un vero e proprio museo a cielo aperto. Come di consueto i 54 tappeti, che si snodano su un percorso lungo quasi 2mila metri, non saranno realizzati solamente con fiori freschi ma con ogni altro materiale che la natura mette a nostra disposizione. sale colorato, trucioli e sabbia del Po.

Dopo l’ottima riuscita dell’Infiorata dei ragazzi, proposta lo scorso anno per la prima volta, anche quest’anno via Gorizia sarà interamente dedicata a loro, con in più la possibilità di apprezzare i lavori che hanno realizzato proprio per questa occasione.

La  cerimonia di apertura e la realizzazione dei tappeti secondo le antiche tradizioni da parte degli artisti, gruppi e associazioni non solo locali ma anche extraregionali, avrà inizio la sera di sabato 29 maggio dalle ore 20.30.

Se non avrete la possibilità di essere presenti potrete seguire l’evento in diretta su Radio Azzurra dalle 22 alle 24.

I lavori proseguiranno la domenica mattina dalle ore 6 su via Leopardi, nel centro storico, rispettando le usanze dei nostri nonni. Alle ore 10 ci sarà l’esibizione della Banda Musicale della Città di Massignano. Nel pomeriggio potrete assistere all’esibizione di musici, sbandieratori e figuranti “Gruppo storico internazionale musici sbandieratori Cavalcata dell’Assunta di Fermo”. Alle 18.30, dopo la Santa Messa si svolgerà la solenne processione del Corpus Domini in cui al nostro Signore, che passa sopra questi tappeti, verrà offerta la bellezza delle opere e dei colori, l’ingegno, il lavoro e i sacrifici di tanti volontari impegnati per mesi in questo avvenimento.

Per tutta la durata dell’evento ci sarà un’esposizione di giardini pensili e il consueto moto raduno d’epoca giunto alla 9° edizione.

Tutti i cittadini e le strutture ricettive sono pronti ad accogliere i turisti che prenderanno parte a questa meravigliosa manifestazione.

(Letto 551 volte, 1 oggi)