MARTINSICURO – Il Comune di Martinsicuro, in collaborazione con l’associazione culturale Martinbook e il centro di formazione cinematografica Officine Mattòli, presenta “Diva”, un cortometraggio girato nel 2014 a Martinsicuro. Nello splendido scenario della Torre Carlo V, martedì 5 luglio alle ore 21,15, andrà in scena la proiezione del corto a cui farà seguito un interessante dibattito. Presente la sceneggiatrice del film, la truentina Laura Fedeli. All’evento parteciperanno anche i membri del cast e della troupe. La serata sarà presentata da Samuela Palatini.

“Questa esperienza è stata profondamente significativa per me sia come sceneggiatrice che come amante del cinema – dice Laura Fedeli –  Il cortometraggio è stato diretto da Giuseppe Imparato con il quale ho collaborato in altri progetti. Sia l’attrice protagonista, Barbara Cesetti, che la sua coprotagonista, Rebecca Liberati provengono dal corso di recitazione di OfficineMattòli, assieme ad altri attori. Molte delle comparse che abbiamo utilizzato invece sono state reclutate a Martinsicuro.

Ho scritto la sceneggiatura di Diva nel 2013 che ha vinto un contest interno ad Officine Mattòli e infine abbiamo deciso di girare tutto a Martinsicuro, dove il comune ci ha dato una grandissima mano e sostenuto in ogni nostra decisione.  5 i mesi di preparazione prima di iniziare a girare: tra la ricerca delle location, le richieste, i permessi, le accomodation per la troupe, prendere contatti e infine coordinare tutto. Trenta persone hanno poi  lavorato poi sul set di sette giorni in giro per Martinsicuro, Villa Rosa e Alba Adriatica.”

Durante la serata, verrà presentato al pubblico anche Porrigrad, cortometraggio di diploma dei corsi Officine Mattòli 2015/16, diretto da Daniele Ciprì.

Diva. E’ il nome della protagonista, una donna sui 35 anni che nella vita fa la spazzina, ma coltiva un interesse particolare: la donna ha un’agenda dove appunta le date dei matrimoni che si terranno nella piccola chiesa del paese, ai quali poi presenzia vestita a festa come una diva. La donna, in questo modo, tenta di regalarsi una vita parallela fatta dalle emozioni di una cerimonia nuziale, alienandosi dalla sua realtà di donna brutta e sola. Durante una cena solitaria, alla porta di casa di Diva si presenta la splendida sorella minore, Giulia, che Diva non vede da moltissimi anni per sua stessa scelta. Giulia è li per invitarla inaspettatamente al suo matrimonio.

(Letto 207 volte, 1 oggi)