CASTEL DI LAMA – Scenario a lume di candela, con piatti e abiti d’epoca per la Cena Rinascimentale che aprirà la 22esima edizione della Fiera del SS Crocifisso di Castel di Lama. L’amministrazione comunale e la Pro Loco la ripropongono, per il secondo anno, nella serata di giovedì 1° settembre, creando uno spazio ristoro nelle vicinanze del vecchio comune e della chiesa di Piattoni. I 300 posti sono quasi in esaurimento, ma c’è ancora la possibilità di prenotare tramite la Pro Loco (info tavoli 347.1623004 e 347.0583145).

Nel menù , a prezzi popolari, ci sono diverse chicche enogastronomiche, come gli antichi crostoli  e una rivisitazione degli gnocchi, amalgamati con zucchine e guanciale, i cosiddetti tontarelli. Per portare ai tavoli piatti e bicchieri, tutti di materiale riciclabile, sono state realizzate da un anziano artigiano locale delle speciali portantine. Dietro le cucine e tra i tavoli c’è uno staff di una cinquantina di volontari, tutti in abiti paesani, “rispolverati” dalle mummie di Monsampolo. Lo stile si ispira infatti a quel tipo di tessuti custoditi nel museo delle mummie della vicina cittadina picena.

Tutto attorno  giocolieri e suonatori, che faranno già entrare nel clima della seconda edizione della Rievocazione Storica, in programma venerdì 2 settembre, con l’insediamento del Podestà, la disfida delle Ville e tante esibizioni e antichi giochi popolari. Quello come tutti gli eventi, si svolgeranno all’interno della pista di pattinaggio di Castel di Lama, trasformata in una vera e propria arena per gli spettacoli: dalla serata del liscio di giovedì, al concerto della band La Rua alle 22 di sabato, fino al torneo di braccio di ferro in programma per le 15 di domenica 4 settembre o alla premiazione del concorso fotografico FieraFlash prevista per le 20.30 dello stesso giorno.

(Letto 263 volte, 2 oggi)