OFFIDA – Il 3 settembre a Offida andrà in scena “Un mondo che verrà”, uno spettacolo con i giovani africani ospiti del Gus che si terrà al Serpente Aureo, alle ore 21. “Sarà una serata unica e irripetibile – anticipa Marco Di Stefano, l’ideatore del progetto insieme a Tanya Khabarova – che vedrà uniti per un mondo che verrà, persone che mai avrebbero immaginato di lavorare per insieme per un progetto. Giovani e giovanissimi che sono giunti da poche settimane con un bagaglio di storie strazianti, dalla Costa d’ Avorio, dalla Nigeria, dalla Guinea, dal Senegal e dal Togo Nigeria, Guinea, Senegal, Togo. E ovviamente non mancheranno gli offidani”.

Realizzato mischiando insieme le emozioni dei partecipanti – che si sono ritrovati attori, sceneggiatori e scenografi – lo spettacolo mostra la gioia e il dolore e la fatica e, in un concentrato di energia e poesia, lo struggente ricordo e voglia di riscatto dell’Africa ma anche di ognuno di noi. Un’Africa che si manifesta dei suoi colori e nei suoni che sembrano fuoriuscire dal suo grembo. Per Di Stefano e la Khabarova questo sarà il 93 spettacolo realizzato coinvolgendo le persone in un progetto ambizioso che in poco tempo li trasforma in attori per una sera.
Allo spettacolo hanno collaborato: Pia Mora; Gabriele Listrani; Gabriella Carpineta; Francesca Lattanzio; Stefano Bianchi; “Luci sulla danza” di Lucilla Seghetti; elementi del Corpo Bandistico Città di Offida; le Merlettaie; foto grafica “Photofal” di Piero Falduto.

L’ingresso sarà a offerta libera e il ricavato verrà interamente devoluto per le vittime del terremoto. Info: 3892581444 www.teatrodellacomunita.com

(Letto 40 volte, 1 oggi)