SPINETOLI – Al Cdis (Centro diurno integrazione sociale) di Pagliare si è svolta, come di consuetudine la conferenza stampa per presentare lo spettacolo di fine anno che si terrà al centro, venerdì 23 dicembre alle ore 21 Questa volta sarà portato in scena Pinocchio e la serata sarà allietata da intrattenimento musicale e buffet.

“Nonostante i tagli della Regione Marche negli anni passati, il centro è stato sempre una eccellenza non è mai venuta meno la qualità – ha commentato il consigliere dell’Unione dei Comuni, Silvia Fioravanti – Con i nuovi fondi messi a disposizione dal presidente Ceriscioli speriamo di fare meglio”.

Il centro, nato nel 1991per iniziativa della Cooperativa Sociale Service Coop di Spinetoli e delle Amministrazioni di otto Comuni della Vallata del Tronto, da anni fornisce un servizio di supporto semi-residenziale a ragazzi disabili dopo la scuola dell’obbligo. A tale scopo il Cdis propone numerose attività didattiche e laboratori, improntate al principio del “learning by doing”: laboratorio di teatro, laboratorio di ceramica e di artigianato artistico, attività educative per l’autonomia personale e sociale, attività motorie e laboratori di stimolazione cognitiva.

“Una parte fondamentale delle attività del Centro – ha commentato lo psicologo Cesare Rapagnani –  è anche dedicata all’organizzazione di iniziative mirate al territorio e finalizzate allo sviluppo di una cultura diffusa di solidarietà e di attenzione alla diversità. Il Centro è infatti pensato come luogo aperto e integrato nella comunità”.

Oltre l’annuale spettacolo, dal 21 dicembre, sarà allestita  una “bancarella” espositiva degli oggetti di artigianato artistico a tema natalizio prodotti dagli utenti del Cdis al Centro commerciale “Al Battente” di Ascoli Piceno. “Inoltre per l’anno nuovo-  continua Tiziana Del Giovine – è già stata messa in cantiere una mostra fotografica, che sarà allestita a Offida, realizzata con gli scatti dei nostri ragazzi, graize a un’idea di un esperto del settore (Nicolino Sapio)”.

“Il centro diurno è un’eccellenza – conclude il presidente dell’Unione dei Comuni della Vallata, Valerio Lucciarini –  Se la passata amministrazione regionale aveva azzerato il fondo sociale, nel 2016-2017 l’impegno che il governo Ceriscioli ha impiegato per il sociale è il doppio rispetto all’anno passato. E nonostante la rimodulazione della linea programmatica dell’Unione dei comuni le politiche sociali sono state sempre una costanza. Auguro a tutti voi- un 2017 straordinario, felice e sereno”.

 

(Letto 60 volte, 1 oggi)
(Letto 60 volte, 1 oggi)